consiglio direttivo

Annunci

Il 18 gennaio 2015 si è svolta la tradizionale giornata del tesseramento.

Iniziata il giorno precedente con la presenza di molti alpini presso la nostra sede, ha avuto conclusione la

domenica ;  in mattinata sono stati consegnati gli  ultimi bollini del nuovo anno e  si è celebrata la messa nella chiesa di Valaperta.

A mezzogiorno, il tutto si è concluso con pranzo al ristorante Bonanomi, ubicato nel cuore della Brianza e immerso nel verde della valle di Rovagnate.

Il notevole numero dei presenti,  l’allegria trasmessa dagli alpini, l’ottima cucina,  l’ambiente confortevole, unitamente a un buon bicchiere di vino,  ha trasformato una bella giornata in una festa.

Armando  Roggeri

DSC02332 DSC02340 DSC02343 DSC02438 DSC02468 DSC02481 DSC02502 DSC02509 DSC02529 DSC02545 DSC02567 DSC02570 DSC02588 DSC02590 DSC02606 DSC02607 DSC02616 DSC02633 DSC02636 DSC02638 DSC02639 DSC02646 DSC02674 DSC02681 DSC02688 DSC02705 DSC02841 DSC02847 DSC02848 DSC02857

STRESA ORNAVASSO 2014 7 STRESA ORNAVASSO 2014 37 STRESA ORNAVASSO 2014 50 STRESA ORNAVASSO 2014 75 STRESA ORNAVASSO 2014 83 STRESA ORNAVASSO 2014 114 STRESA ORNAVASSO 2014 115 STRESA ORNAVASSO 2014 127 STRESA ORNAVASSO 2014 141 STRESA ORNAVASSO 2014 159 STRESA ORNAVASSO 2014 176 STRESA ORNAVASSO 2014 194 STRESA ORNAVASSO 2014 200 STRESA ORNAVASSO 2014 244 STRESA ORNAVASSO 2014 245 STRESA ORNAVASSO 2014 255 STRESA ORNAVASSO 2014 263 STRESA ORNAVASSO 2014 266 STRESA ORNAVASSO 2014 268 STRESA ORNAVASSO 2014 291 STRESA ORNAVASSO 2014 299 STRESA ORNAVASSO 2014 306 STRESA ORNAVASSO 2014 315

L’ammassamento è avvenuto all’interno del parco di Monza presso la Villa Reale.

La reggia è stata costruita per volontà dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria nel 1780 come residenza estiva, eretta in stile neoclassico dall’ Architetto Piermarini.

Con l’annessione del Lombardo Veneto al Piemonte la villa divenne residenza privilegiata di Umberto I esso fu assassinato nei pressi della villa stessa dall’anarchico Gaetano Bresci e Vittorio Emanuele III non volle più utilizzarla e nel 1934 ne fece dono al Comune di Monza.

La sfilata di circa 25.000 alpini è stata grandiosa, passando da piazza Citterio “detta Re de sass” dedicata a Vittorio Emanuele II primo Re d’Italia e snodandosi fino al palazzo Arengario, edificio storico civile più importante della città e simbolo dell’autonomia comunale quindi finendo nei pressi del Duomo di Monza, questo edificio è da considerarsi fra i più antichi e importanti d’Italia, vi è custodita la famosissima Corona Ferrea, un’antica e preziosa corona che venne usata nell’alto medioevo per l’incoronazione dei Re d’Italia, la reliquia è depositata nella cappella di Teodolinda, Regina dei Longobardi e con essa anche Napoleone Bonaparte si incoronò Re d’Italia nel 1805.   (Dio me l’ha data guai a chi me la tocca).

E’ stata una giornata indimenticabile! Anche il clima di tiepido autunno ci è stato amico riempiendo le strade di cittadini applaudenti e, per chi non ha voluto partecipare a questa grande festa, i monzesi hanno un loro modo dialettale per definire scherzosamente un menefreghista e sempliciotto ossia il termine “Bilot”, facendo riferimento al Generale Francese Billot, Governatore napoleonico a Monza, il quale pare che emanasse disposizioni poco condivise e quindi definite “bilottate”.

 ARMANDO ROGGERI

IMG_7772 IMG_7773 IMG_7809 IMG_7820 IMG_7824 IMG_7825 IMG_7842 IMG_7847 IMG_7848 IMG_7854 IMG_7857 IMG_7869 IMG_7878 IMG_7883 IMG_7887 IMG_7892 IMG_7894 IMG_7920 IMG_7921 IMG_7942 IMG_7943 IMG_7944 IMG_7959 IMG_7961 IMG_7963 IMG_7965

Una delegazione del gruppo alpini di Casatenovo, accompagnati dal Sindaco A. Colombo, ha partecipato al raduno di Tregasio.

Ci siamo trovati con tutti gli alpini e le fanfare in località Zuccone presso la Villa Sacro Cuore diretta dai Padri della Compagnia di Gesù, antico possedimento dei Padri Bernabiti e davanti alla statua di Gesù benedicente che domina una vasta visuale si è proceduto all’alza bandiera.

Successivamente la sfilata si è svolta in direzione del centro di Tregasio: “Il nome del paese risale al 1147 dove compare Trewa (che significa luogo di sosta, fermata) infatti la sua collocazione porta a sostare sia salendo da Triuggio che da Canonica”.
Arrivati fra applausi e  “evviva gli alpini” alla parrocchia neogotica intitolata ai SS. Martiri Gervasio e Protasio è stata celebrata la Santa Messa. A fianco della chiesa si può notare “LA ROTONDA”, dichiarata monumento nazionale: fu eretta nel 1842 dalla contessa Federica d’Adda e progettata dall’Architetto Nava, l’esterno è caratterizzato da un protiro formato da cariatidi, statue femminili che simboleggiano le virtù cristiane e l’interno presenta degli affreschi del Casnedi e un altare che riproduce un sarcofago di epoca romana.
Terminata la funzione religiosa, la sfilata ha raggiunto la “Baita degli alpini” di Tregasio dove ha avuto luogo la cerimonia del “passaggio della stecca” del gruppo alpini di Tregasio al gruppo alpini di Casatenovo. Nella vita militare “la stecca” era una tavoletta di legno con una stretta fessura longitudinale terminante con un foro più largo usata per lucidare la bottoneria metallica dell’uniforme senza macchiare il panno, da qui l’espressione fig. “lasciare, passare la stecca ad un altro, congedarsi, lasciare il servizio militare”.
In questo caso la stecca è passata al gruppo alpini di Casatenovo che la custodirà fino al prossimo anno e, in occasione del Raduno Sezionale di Casatenovo per il 60° di fondazione, la stecca passerà ad altro gruppo.

 

Armando Roggeri

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Siamo partiti al mattino presto da Casatenovo e dopo una breve sosta per assaporare profumati panini con affettati e ottimo vino, siamo arrivati all’albergo – trattoria “Alle Castrette” di Villorba, un simpatico paese il cui nome deriva dal latino Villa Urbis (città latina con riferimento alla residenza dei Collato di Treviso ).

Dopo pranzo abbiamo fatto una visitina a Pordenone immersi in una moltitudine gioiosa di penne nere, il susseguirsi di canti, suoni e brindisi non è descrivibile.

Pordenone (antica Portus Naonis) che significa “porto sul fiume”, costituì la sua fortuna commerciale grazie al collegamento via mare a Venezia; altra caratteristica è una strada centrale molto lunga, che così la definiva il veneziano Marin Sanudo nel 1483 : “Pordenon è bellissima, piena di case e una strada molto longa, si intra per una porta et si esse per l’altra, va in longo”, una città dunque cresciuta in lunghezza.

Il giorno 11, domenica, la grande sfilata è stata come sempre magnifica, imponente e il pubblico presente partecipe e calorosissimo.

Abbiamo concluso il tutto cenando in un ridente ristorantino presso Montecchio Vicentino, buone le pietanze, ottimo il vino, poca l’acqua.

Rientro alla base in tarda serata un po’ stanchi ma felici.

Armando Roggeri

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Immagine

ImmagineImmagine

Come ad ogni inizio anno,  anche il 2014 e precisamente il 12 gennaio si è festeggiata la giornata del tesseramento, prima raccogliendo le adesioni alla sede di Galgiana e poi presenziando alla messa nella parrocchia di San Carlo in Valaperta e Rimoldo di Casatenovo.

Questa antica comunità è citata nel  XIII secolo con voce appropriata “Vallis aperta”  Valaperta è anche un cognome, i Valaperta erano una nobile famiglia di setaioli e patrioti milanesi e decisero di risiedere in estate presso questa ridente borgata, Rimoldo fu invece costruita dalla nobile famiglia dei Parravicini di Parravicino di Erba, anticamente chiamata “Cassine d’i Rimoldi”,  nei pressi vi è anche una chiesetta dapprima dedicata a Santa Sofia, poi a Santa Eufemia ed infine alla Madonna della Neve e dal 25 aprile 1983 anche ai martiri della libertà e ai caduti di tutte le guerre.

Successivamente gli alpini e associati si sono recati in autobus al ristorante Solive di Franciacorta per gustare un buon pranzo e ottimo vino  (poca acqua)  per festeggiare in compagnia.

L’origine storica  del termine Franciacorta deriva da  “Franchae curtes” cioè quelle comunità di monaci benedettini insediate tra le colline del lago d’Iseo che godevano di particolari esenzioni e franchigie per il trasporto e il commercio delle merci in altri stati, erano cioè corti franche, infatti la sua storia è stata fortemente caratterizzata dalla presenza di grandi enti monastici che qui avevano, prima dell’anno mille, grandi  possedimenti operando bonifiche e coltivazioni del territorio.

Gli storiografi concordano nel far risalire la prima apparizione del nome “Franzacurta” al 1277 nello statuto municipale di Brescia con riferimento all’area a sud del lago d’Iseo tra i fiumi Oglio e Mella divenendo sempre più importante per il rifornimento di vini a Brescia e nella valle Padana.

Durante il periodo delle Signorie la Franciacorta era tutta Guelfa, tranne Palazzolo e Iseo che erano Ghibelline, vi trovò rifugio alla corte dei Lantieri a Paratico e Poi a Capriolo il (Ghibellin fuggiasco) l’esule Dante Alighieri.

Con il rientro a Casatenovo in serata,  terminava una bella e felice  giornata.

 

                                                              Armando  RoggeriImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Si è costituito nel febbraio 2013 e con pochi elementi,  il nostro maestro Luca Panettiere ha profuso ogni energia per formare e aggregare le varie voci.

Ad un anno di distanza si cominciano a vedere progressi e perfezionamenti, l’entrata di nuove voci ha dato ulteriore impulso a tutta la corale.

Il 20 dicembre 2013, presso la nostra sede, il coro si è ( per la prima volta)  esibito in una breve rappresentazione alla presenza di amici e simpatizzanti con risultati incoraggianti.

La serata si è conclusa con una gustosa cena in compagnia.

In conclusione credo che ci siano buone possibilità per questo gruppo di ottenere i risultati che, per l’impegno e la costanza di tutti, meriterebbe.

Noi auspichiamo l’arrivo di qualche altro proselito per completare definitivamente il coro, in ogni caso, come si dice,  “se son rose fioriranno”.

 

                                                       Armando RoggeriImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Gruppo Alpino di Casatenovo
Sezione di Monza
Alp. Cav. Del Lavoro Vincenzo Vismara
Via Buttafava 50, Casatenovo
https://anacasatenovoprova.wordpress.com/
CIRCOLARE N°3/2013

Cari Alpini ed Amici,
è stato anche questo un anno ricco di iniziative e impegni, soprattutto in quest’ultimo periodo.
Nonostante qualche acciacco, il gruppo si è sempre però dimostrato pronto e all’altezza della situazione.
Si farà magari un po’ più di fatica ma si riesce a fare ancora molto, e bene!
Gli impegni poi, anziché diminuire, sembrano aumentare sempre di più … ! Pertanto… Bravi Alpini! Avanti così! Un mio personale elogio e ringraziamento ai nostri volontari.
Certo, forze nuove aiuterebbero molto …. E la nostra “sporca dozzina” di infaticabili lavoratori avrebbe qualche attimo di tregua ….
Rinnovo pertanto l’invito ai “latitanti” a partecipare più attivamente alla vita del gruppo.
Un elogio e ringraziamento speciale lo devo anche a coloro che, con discrezione e puntualità, si occupano della nostra sede (casa nostra). Il loro è un lavoro magari “silenzioso” ma non certo meno importante degli altri, pertanto grazie di cuore. E ora veniamo ai prossimi impegni e appuntamenti:

1. TESSERAMENTO 2013: Domenica 12 Gennaio 2014
Domenica 12 Gennaio 2014, si svolgerà come di consueto la giornata del tesseramento, evento importantissimo che ci consentirà di verificare e conoscere la nostra reale “forza”.
La sede di Galgiana sarà aperta anche nella giornata di Sabato 11, dalle ore 14:00 alle ore 18:00, in modo che TUTTI possano venire di persona in sede per il tesseramento.
Vi invito inoltre, sempre nell’interesse del gruppo, a portare con voi altri alpini, i cosiddetti “dormienti”: amici, familiari e soprattutto giovani, non ancora iscritti.
Assieme ai membri del direttivo saremo a disposizione di coloro che desiderano conoscere la realtà del gruppo, le nostre iniziative, i nostri impegni e appuntamenti.
Il costo del tesseramento per il 2014 è di € 22 euro (invariato rispetto al 2013).
PROGRAMMA:
 Sabato 11 Gennaio 2014: la sede è aperta dalle ore 14:00 alle ore 18:00 per il tesseramento
 Domenica 12 Gennaio 2014: la sede è aperta dalle ore 8:00 alle ore 11:00 per il tesseramento
 Alle ore 10.00 presso la chiesa di Valaperta, la Santa Messa in ricordo di tutti coloro che sono andati avanti
 Pranzo presso l’Agriturismo SOLIVE, in Franciacorta. Partenza col bus alle ore 11.00 dalla piazza del mercato e passando poi da Galgiana e Valaperta. Rientro previsto per le ore 17.30 circa
Il costo del pranzo (comprensivo di bus) è di € 45.00 a persona. Le prenotazioni, da effettuarsi presso i soliti incaricati versando la caparra di €20.00, dovranno pervenire entro e non oltre il 4 Gennaio.

2. CORO ALPINO
Stanno proseguendo con entusiasmo le prove per la formazione di un nostro coro. Ormai è quasi un anno che ci si trova tutti i lunedì sera alle 21:00. È una bella iniziativa, e sta piacendo a tutti …. Bisogna andare avanti con convinzione e determinazione! Occorrono però altri coristi! Fatevi avanti!
Tutti coloro che sono interessati possono chiamare il nostro referente Penati Angelo al n°335/7587493 per avere informazioni o comunicare la loro disponibilità. Si possono iscrivere tutti, alpini e non.

3. SERATA DEGLI AUGURI:
Come di consueto, anche quest’anno ci troveremo per la serata degli auguri.
Lo faremo il 20 dicembre, alle ore 19:30, presso la nostra sede.
Una gustosa cena … e una piacevole serata in allegra compagnia.
Durante la serata la nostra corale terrà una prima breve esibizione.
Il ricavato della serata sarà utilizzato per le spese correnti del gruppo. Gli interessati sono pregati di far avere il nome ai soliti incaricati almeno 4/5 giorni prima.

4. LA NOSTRA DOMENICA: Monza, Domenica 1 Dicembre
Domenica 1 Dicembre come tutti gli anni si celebrerà a Monza “la nostra Domenica”, che quest’anno, vista l’abbondanza di impegni, includerà anche la “giornata del reduce”. L’animazione della messa sarà effettuata dal nostro gruppo. Chi è interessato a partecipare passi in sede per i dettagli.

5. CALENDARI 2014
Grazie ai nostri sponsor anche quest’anno siamo riusciti a realizzare il calendario 2014 del gruppo, che verrà distribuito a tutti gli iscritti durante il tesseramento.

6. TELETHON

Sabato 14 Dicembre saremo impegnati nella consueta collaborazione prenatalizia a favore dell’associazione TELETHON (fondazione per la ricerca e cura di malattie genetiche rare), con un presidio presso l’ingresso del mercato.
Da ultimo, ma non meno importante:
Fra poco è Natale! Colgo quindi l’occasione di augurare a tutti Voi e alle vostre Famiglie un sereno Natale e un Felice anno nuovo, a nome mio e di tutto il direttivo.
Vi aspetto numerosi al tesseramento!
Il capogruppo Alessio Cabello

Recapiti degli incaricati per le iscrizioni agli eventi:
Alessio Cabello 339/3813139 Agnese Chisena 333/9119623 Uberto Villa 347/8195327 Umberto Corbetta 039/9205606 Cesare Colombo 039/9960117

Ricordo infine che sul nostro sito: https://anacasatenovoprova.wordpress.com/
potrete trovare le foto delle nostre attività e iniziative.

Statistiche

  • 60.288 Visitatori dall'ottobre 2009
Annunci